I disabili: salvate quel reparto.

  • di
Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi

Scontro con Careggi sull’Unità Spinale. Poi la tregua

«Careggi vuole smembrare l’Unità Spinale del CTO». L’Associazione Toscana Paraplegici e Habilia Onlus vanno all’attacco della direzione dell’ospedale universitario fiorentino, dove si danno appuntamento venti disabili per incontrare il dg Rocco Damone e discutere del futuro del reparto.

Ma dopo il summit di quasi tre ore scoppia una tregua che durerà almeno fino a settembre. Motivo del contendere è un provvedimento firmato a dicembre dall’allora dg Monica Calamai che istituiva una Unit spinale subintensiva a Careggi. Per i disabili, il timore è lo smembramento della storica Unità del CTO, nata nel 1987 e da allora copiata in tutta Italia: «Un reparto che non solo ha le competenze per curarci, ma che sa restituire la voglia di vivere a chi si rompe la spina dorsale, dove ci insegnano a fare quello che facevamo prima», dice Nevio Minici che nell’87 occupò per tre giorni la Regione per ottenere il reparto. «Tagliano i medici – spiega Manuela Cappellini – e la nuova Unit è un’altra prova dello smantellamento».

Per Careggi si tratta di un equivoco, «la Unit è solo una struttura tecnica di raccordo col pronto soccorso, l’Unità resta al CTO». E Damone, con la promessa di nuovi medici nei prossimi mesi, strappa la tregua fino al nuovo summit fissato per settembre.


Articolo pubblicato il 15 giugno 2018 su Il Corriere Fiorentino

Immagine ripresa dal sito Barco


Seguici e condividi: